Largo ai giovani (ma quelli che sanno il COME)

Eventi come il Forum della Comunicazione sono “molto istruttivi”…
come faceva notare LaFra in un Tweet molto efficace:

Ci risiamo “Bisogna cambiare la logica del spray and pray” e “Basta basarsi sulle impression”: possiamo parlare di COME farlo? #fd10tag

Si organizzano questi eventi istituzionali, in cui parlano esperti che hanno a malapena un account su Twitter, cravattoni come qualcuno li ha definiti.
Ebbene, a questi eventi si incontrano tra loro quelli che sanno COME farlo, ma che tipicamente non sono invitati a parlare su quei palchi.
Molti di loro sono giovanissimi: lavorano presso le agenzie di marketing e pubblicità.
Fanno tutti i giorni e con scioltezza SEO, Community Management, Ads su Facebook, etc per conto dei loro capi (appunto senza neppure un account Twitter, che non vuol dire niente di per sè, sia chiaro).

Per questo sono contento di segnalare la nuova avventura dell’amico e collaboratore Michele Polico, Young Digital Lab, un nuovo modello formativo dedicato alla comunicazione al tempo del Social Web, in cui a parlare sono tutti esperti (sotto i 30 anni, quasi come me insomma…eheh)

Calder, Roma: musei e le foto proibite delle opere

Domenica ero in visita alla mostra di Calder a Roma con l’amico Giacomo Bruno & family. Devo dire che ho trovato alcune delle sue opere meravigliose. Ma in tutta umiltà e sincerità, solo alcune di quelle presenti.
Di fronte ad un’opera in particolare tiro fuori il cellulare con un riflesso incondizionato e tento di fare una foto. Gesticolando, una giovane e graziosa guardia mi segnala che non è possibile fare foto.

Peccato

Peccato ho pensato. Peccato per il museo…
La foto e il mio commento estasiato sarebbero finiti su Flickr, Friendfeed, Facebook, il mio Blog, Twitter, Plaxo, etc, etc. Complessivamente un migliaio di persone che potenzialmente avrebbero potuto vederli. Peccato perché anche molte di loro hanno un migliaio di contatti sui vari canali e così via.
Quanti avrebbero saputo della mostra, delle opere e la mia disinteressata opinione? O andavano tutti a stamparsi la foto 1m x 1m ad alta definizione per appendersela in camera?

Continuate così
Invece no cari amici del Palazzo delle Esposizioni, continuate così: affidatevi solo ai volantini, ai depliant, ai cartelloni pubblicitari, alle riviste e alla TV. Efficaci! O magari al vostro bel sito, statico ed impersonale, pieno di belle fotine, chiuso a qualsiasi commento, manco un “Condividi su Facebook”!

Calder
Ovviamente questa non è la foto dell’opera in questione, ma una che viene da Wikipedia.

P.S.
Ci saranno sicuramente delle scottanti e valide motivazioni, probabilmente accordi di copyright o cose simili, scusate lo sfogo, volevo solo dimostrare un punto qui…

Cari Brand: fuori dai miei Social Network

Tyler Hurst è un esperto di Social Media che parla umano e che ho scoperto solo recentemente.
Ha un interessantissimo Blog e un account Twitter in cui sono curati i minimi particolari, anche il design.
Traduco un suo Post molto efficace dal titolo “Dear brands: get off my social networks”, che critica l’atteggiamento tipico dei Brand su Facebook e gli altri social media.

Cari Brand: fuori dai miei Social Network!

Capisco il bisogno di fare pubblicità. Capisco che le aziende vogliono che io compri le loro cose. Quello che non capisco è perché pensano che io sia stupido.

Cari Brand, le vostre Pagine su Facebook sono stupide. È solo pubblicità mascherata e questa cosa la odio. Mi piace la Coca Cola Diet, ma non ho bisogno di essere un Fan per farlo. Non voglio giocare ai vostri stupidi giochi. Non voglio condividere le vostre applicazioni con i miei amici.

Voglio parlare con le vostre persone. Esatto, i vostri dipendenti. Voglio connettermi con loro. Voglio condividere cose con loro e voglio che loro le condividano con me. Voglio essere parte dell’esperienza umana.

Le vostre Pagine Facebook non mi danno niente, cari grandi Brand. NIENTE. Se non parlate con me è solo un altro spazio pubblicitario. Capisco subito quando i vostri aggiornamenti di stato sono approvati dai vostri avvocati. Me ne fotto di queste cose.

Diavolo: arruolate la vostra benedetta segretaria e lasciate parlare lei al posto vostro. Farebbe sicuramente un lavoro migliore.

Guest Post: Rapporti tra Societing e Social Media

Ho conosciuto Francesco Berni quando ha acquistato il mio eBook “Fare Business con i Social Media” a supporto del suo lavoro di tesi sul Web Marketing2.0 per la Laurea Triennale in Economia Aziendale. Mi piacciono molto i collegamenti tra settori. Mi ha parlato della sua passione per il Societing e ho pensato di lasciargli raccontare il suo pensiero in questo umile spazio.

Societing e Social Media

Il Societing è un approccio di Marketing che si lega profondamente al mondo post-moderno ed è una parola coniata dalla scuola di Marketing Mediterraneo (Cova, Fabris e altri). [Continua…]